Un grande programma per Venezia 71

In concorso per l’Italia Martone, Munzi e Costanzo alla Mostra del Cinema 2014

 

Anche quest’anno la Mostra del Cinema di Venezia presenta un cartellone importante, ricco di interesse e di presenze significative. Oltre alla tradizionale sezione in concorso, con nomi prestigiosi, c’è la sezione dei fuori concorso, poi quella ormai consueta denominata Orizzonti e Venezia Classici, una selezione di film classici restaurati e di documentari sul cinema. Ci sono, inoltre, le due sezioni autonome delle Giornate degli Autori e della Settimana della Critica. Leggi tutto ->


Presentazione del libro:
“Catalogo dei documentari sui temi giuliano dalmati”

a cura di Alessandro Cuk

ASSOCIAZIONE NAZIONALE VENEZIA GIULIA E DALMAZIA
Centro Studi Padre Flaminio Rocchi
in collaborazione con CINIT-CINEFORUM ITALIANO E REGIONE VENETO

Presentano il prof. Davide Rossi e il prof. Guido Rumici
L'ultimo lavoro di Alessandro Cuk, "Catalogo dei documentari sui temi giuliano dalmati", sarà introdotto dal prof. Davide Rossi dell'Esecutivo Nazionale ANVGD, del Direttivo di Coordinamento Adriatico ed editorialista del Corriere del Veneto e verrà presentato alla presenza del curatore e dello storico prof. Guido Rumici studioso della storia del confine orientale e autore di numerosi saggi divulgativi e documentari di approfondimento, durante la Mostra del Cinema di Venezia.

Sabato 30 agosto 2014 alle 16.30

Presso lo Spazio della Regione Veneto
Hotel Excelsior
Lido di Venezia – Lungomare Marconi 41

Il punto di partenza per la realizzazione di questo catalogo è stato quello di dare una base di organicità e di ordine alle varie opere documentaristiche riguardanti la Venezia Giulia, intesa nel senso più ampio del termine e cioè comprendendo l'Istria, Fiume e la Dalmazia.
Questa pubblicazione vuole essere uno stimolo per organizzare rassegne ed iniziative riguardanti i temi giuliano dalmati, mettendo in evidenza che molti lavori sono stati realizzati, anche se ci sono ancora molte potenzialità inespresse e ogni nuova proiezione è un modo per fare ancora più luce su una pagina buia della storia italiana.

Alessandro Cuk, giornalista e critico cinematografico, collabora da oltre 25 anni con giornali e riviste, molte specializzate di cinema, occupandosi in maniera specifica di temi riguardanti il mondo dello spettacolo e la Venezia Giulia e la Dalmazia.

www.anvgd.it
anvgdve@alice.it



14/09/2014

The Postman's White Nights di Andrej Konchalovskij

Villaggio di Kenozero, Russia del Nord. In una comunità al limite della società, in una sorta di isola lacustre, un postino fa da tramite con il mondo urbanizzato. Fa la spola tra il villaggio e la città che sorge a ridosso di una stazione aerospaziale. Ognuno dei personaggi del villaggio interpreta se stesso: il pescatore è l'effettivo pescatore del luogo, idem l'allevatore, così come il postino e tutte le altre persone impegnate nei loro compiti quotidiani. Solo la donna che interpreta Irina è l'unica eccezione (l'attrice Irina Ermolova).leggi tutto ->


14/09/2014

She's funny that way di Peter Bogdanovich

Si sorride, ci s'imbarazza un po', infine si ride di gusto grazie a questo film di Peter Bogdanovich, grande maestro della commedia americana. Una pellicola davvero spassosa che delizia lo spettatore con un ritmo incalzante di battute (molto divertenti), situazioni (talora imbarazzanti) e malintesi (alquanto equivoci). Anche la scelta degli attori risulta azzeccata con i protagonisti Owen Wilson – briccone e sognatore irresistibile - e Imogen Poots in vero stato di grazia; senza dimenticare il coraggio di Jennifer Aniston (che interpreta una psicanalista svitata) e di Rhys Ifans: elegantemente esilarante.leggi tutto ->


14/09/2014

La rançon de la gloire di Xavier Beauvois

La prima cosa spiazzante che salta agli occhi seguendo le scombiccherate avventure dei protagonisti de "La rançon de la gloire" di Xavier Beauvois è la singolarità dell'ambientazione.
Quella che viene raccontata è una storia di emarginazione, miseria, lotta continua con un'esistenza travagliata (e con le banche), ma quella che abbiamo davanti non è la quotidianità di un quartiere "difficile" della periferia di Roma o Napoli o della banlieu parigina ai giorni nostri, con le sue inevitabili tensioni sociali.leggi tutto ->


4/91/0140

Good Kill di Andrew Niccol

Le guerre virtuali, condotte come partite di videogame. Le uccisioni a distanza, precise e mirate, senza incombere in alcun rischio, senza il minimo pericolo. L´evoluzione tecnologica e il suo impatto disastroso sulla mente umana, l´astrazione e la mancanza di corporeità. Il film di Niccol indaga il modo attuale di condurre una guerra, senza sporcarsi le mani direttamente, ma continuando a sporcarsi la coscienza, in una maniera che forse risulta ancora più atroce. leggi tutto ->


14/09/2014

Zerrumpelt Herz (The Council of Birds) di Timm Kröger

Repubblica di Weimar, 1929: un famoso compositore, Otto Schiffmann (Christian Blümel) decide di vivere ritirato nella sua capanna nel bosco. Nella solitudine Otto compone una nuova opera e decide di contattare un suo caro amico, Paul (Thorsten Wien), anch'egli musicista, invitandolo a trascorrere le vacanze nel suo capanno.
Paul giunge al capanno con la neo sposa Anna (Eva Maria Jost) e con il collega Willi (Daniel Krauss). Ma Otto non c'è. Otto non torna. Il tempo passa ma Paul, almeno inizialmente, sembra ritenere nella norma il comportamento di Otto. leggi tutto ->


14/09/2014

The President di Mohsen Makhmalbaf

In un paese immaginario, il dittatore locale (Misha Gomiashvili) viene improvvisamente rovesciato e costretto alla fuga insieme all'inconsapevole nipote (Dachi Orvelashvili), per sfuggire alla folla inferocita che reclama la sua vita sostenuta da una taglia costantemente in crescita. Disertati dai servitori e ricercati da tutti, comincia per i due un viaggio nell'inferno creato dal malgorverno del dittatore in cui muovendosi tra povertà e ambienti sempre più spogli, dovranno sopravvivere con mille espedienti alla possibilità del linciaggio.leggi tutto ->


14/09/2014

Pasolini di Abel Ferrara

Non è facile fare un film su Pier Paolo Pasolini. Numerosi libri, tesi e articoli si sono incagliati tra le suo teorie, numerosi studiosi si sono feriti maneggiando i suoi pensieri taglienti. Soltanto pochi registi avrebbero le capacità per fare un film su di lui senza rimanerne bruciati: Abel Ferrara purtroppo ha dimostrato di non essere tra questi.
Certo, Pasolini non è un film su Pier Paolo Pasolini, inavvicinabile per stessa ammissione del regista americano, ma sul suo ultimo giorno di vita.leggi tutto ->


14/09/2014

Im Keller di Ulrich Seidl

Ulrich Seidl, regista austriaco già noto a Venezia per Canicola con il quale nel 2001 vinse il Gran premio della Giuria, quest'anno presenta fuori concorso Im Keller (tradotto in italiano In cantina). Il film documentario realizzato da Seidl è una sorta di ricerca sociologica che pone al centro dell'indagine il rapporto che intercorre tra gli austriaci e le loro cantine. Il regista spiega che in Austria esiste un vero e proprio "culto della cantina", spazio della casa che da molti viene utilizzato nei modi più curiosi.leggi tutto ->


12/09/2014

99 Homes di Ramin Bahrani

99 homes è il film del regista Ramin Bahrani che racconta la parabola di un uomo che perde la sua casa nella crisi americana degli immobili del 2010. Dennis Nash (Andrew Garfield) è un giovane operaio che abita con la madre (Laura Dern) e con il figlio che sta tirando su da solo. I tre abitano in una casa carina, senza troppe pretese, la classica villetta americana, ma piena di oggetti famigliari. Dennis è un ragazzo dignitoso che si impegna come può per cercare di sbarcare il lunario, in un momento in cui i cantieri chiudono perché gli imprenditori falliscono e gli operai non vengono pagati.
Un giorno Rick Carver (Michael Shannon), un agente immobiliare decisamente senza scrupoli, irrompe nella vita di Dennis con una squadra di aiutanti per pignorargli la casa.leggi tutto ->