Venezia 74: una Mostra sempre più internazionale


Quattro opere in concorso per l’Italia

Anche quest’anno la Mostra del Cinema di Venezia presenta un cartellone importante, ricco di interesse e di presenze significative, ma soprattutto autori di tanti nazioni per una Mostra sempre più internazionale. Oltre alla tradizionale sezione in concorso, anche con nomi prestigiosi, c’è la sezione dei fuori concorso, poi quella ormai consueta denominata Orizzonti e Venezia Classici, una selezione di film classici restaurati e di documentari sul cinema. Ci sono, inoltre, le due sezioni autonome delle Giornate degli Autori e della Settimana della Critica.

Leggi tutto ->




DUE  UNIVERSITARI VINCITORI DEI CONCORSI “VINCENZO GAGLIARDI” E “FRANCESCO DORIGO” DEL CINIT CINEFORUM OSPITI ALLA 74° EDIZIONE DELLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

SONO CINQUE GLI STUDENTI SEGNALATI




Diverse decine di studentesse e studenti universitari anche quest’anno hanno partecipato con la recensione di un film della scorsa stagione cinematografica alla 17° edizione del concorso Vincenzo Gagliardi e alla 12° edizione del concorso Francesco Dorigo, nel secolo scorso figure di spicco, il primo dell’associazionismo per la promozione della cultura cinematografica e il secondo della pubblicistica e critica cinematografica. I premi sono stati assegnati, per iniziativa del Cinit Cineforum Italiano, associazione nazionale di cultura cinematografica, da una giuria di esperti e critici formata da: Pierandrea Gagliardi (regista), Giovanni Stigliano (vincitore del premio Agis Scuola Cinema), Andrea Curcione (critico cinematografico), Giacomo Sebastiano Pistolato (NonSoloCinema.com), Neda Furlan (Direttivo Cinit), e in qualità di segretario, Alessandro Cuk, vicepresidente Cinit.
Per il Premio Vincenzo Gagliardi, riservato a studenti degli atenei del Triveneto, è risultata vincitrice Eugenia Avveduto (originaria di Modica in provincia di Ragusa) e studentessa dell’Università di Venezia. Per il Premio Francesco Dorigo, riservato a studenti di atenei di altre regioni italiane, ha  vinto Annarita Mazzucca, nata a Taranto, residente in Basilicata, a Montalbano Jonico, e studentessa dell’Università di Roma. Le due vincitrici saranno ospiti del Cinit per cinque giorni durante la Mostra e parteciperanno alle attività di formazione in programma per i soci dei cineforum del Cinit. A condurre gli incontri a margine della Mostra sarà un gruppo di critici cinematografici del Cinit e Massimo Tria del comitato di redazione della rivista Cabiria Studi di Cinema Ciemme nuova serie, oltre che docente dell’Università di Cagliari e nella Commissione di selezione della sezione della Settimana della Critica a Venezia. 
Parteciperanno alla Mostra di Venezia e alle iniziative promosse dal Cinit anche i cinque segnalati dei concorsi e cioè Sergio Floriani di Conegliano (Treviso), studente dell’Università di Gorizia, Alessandro Padovani di Pedavena (Belluno) studente dell’Università di Padova, Marta Galeotti di Lucca, studentessa dell’Università di Bologna. Inoltre sono stati segnalati altri due studenti dell’Università di Padova: Daniele Sartorato di Preganziol (Treviso) e Luca Tosi di S. Arcangelo di Romagna (Rimini).
Lunedì 4 settembre, alle ore 11.00, presso la spazio incontri della Regione Veneto all’hotel Excelsior, ci sarà un incontro sulla critica cinematografica e anche l’occasione per la premiazione dei Concorsi Vincenzo Gagliardi e Francesco Dorigo, iniziative che il Cinit organizza per studenti universitari i cui vincitori partecipano ad uno stage sulla scrittura cinematografica alla Mostra del Cinema di Venezia.
Introduzione e coordinamento di Alessandro Cuk (Vice presidente Cinit-Cineforum Italiano); interventi di Gianfranco Massimo Caminiti (Presidente Cinit-Cineforum Italiano) e Andrea Curcione (Critico cinematografico). Saranno presenti docenti e allievi che hanno collaborato e partecipato ai concorsi Cinit.

Giuseppe Barbanti


05/11/2017

L’ordine delle cose  di Andrea Segre

Un percorso iniziato nel 1998 quello di Andrea Segre, autore che fin da subito trova nella produzione documentaristica terreno fertile nel quale raccontare tematiche sociali spesso inaffrontabili. Il suo percorso graduale centellinato dall’attenta osservazione del reale lo ha portato all’ideazione del lungometraggio “L’ordine delle cose” scritto a quattro mani con lo sceneggiatore Marco Pettenello.



05/11/2017

The Taste of Rice Flower  di Song Pengfei

Il discepolo di Tsai Ming-liang, Pengfei, già autore di Underground Fragrance (2015), ha presentato all’interno della 14a edizione delle Giornate degli Autori la sua ultima fatica, The Taste of Rice Flower, racconto di un rapporto madre-figlia alla riscoperta delle tradizioni che il progresso rischia di cancellare.



05/11/2017

Suburbicon  di George Clooney

George Clooney ha in progetto di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti? Qualunque sia la risposta, Suburbicon sarebbe un ottimo trampolino di lancio. L’ultimo film diretto da Clooney infatti, è un thriller che politicamente analizza e condanna la società americana attuale, gettando ombre e critiche sulla morale dei cittadini che hanno votato, ed eletto, Trump.



05/11/2017

L’equilibrio   di Vincenzo Marra

Don Giuseppe, interpretato dall’attore teatrale Mimmo Borrelli, decide di trasferirsi nella parrocchia del suo paesino d’origine nel territorio campano. Qui fa la conoscenza di Don Antonio che prima di lasciargli il posto da parroco lo avverte su come comportarsi e come gestire alcune questioni delicate del paese.



05/11/2017

Il contagio  di Matteo Brotugno e Daniele Coluccini

“Quelle parole che non m’hai mai detto, nascoste ner core, strozzate ner petto un giorno de questi te verranno a cerca’ e poi te diranno ‘ma che stai a fa’”. Lucilla Galeazzi con il suo brano ‘Quelle parole’, dà voce alle emozioni silenziose dei personaggi de Il Contagio, diretto da Matteo Brotugno e Daniele Coluccini e adattato dall’omonimo libro di Walter Siti.



05/11/2017

Ex libris – The New York Public Library di Frederick Wiseman

Frederick Wiseman resta a New York, dopo i due anni trascorsi da In Jackson Heighs, sempre presentato a Venezia, nella sezione Orizzonti e non nel Concorso Internazionale, come invece quest’anno.



05/11/2017

ESPÈCES MENACÉES  di Gilles Bourdos

Espèces menacées è un vortice che a tratti sembra precipitare, a tratti sembra elevarsi. Lo spettatore è accompagnato dalla telecamera a percorrere come dei gironi danteschi, e si ritrova ad osservare storie che si intrecciano l’una con l’altra in una continuità tematica ed esistenziale.



22/10/2017

Ryuichi Sakamoto: Coda di Stephen Nomura Schible

Presentato Fuori Concorso, Ryuichi Sakamoto: Coda è il primo film full-length a opera del nippo-americano Stephen Nomura Schible, che ha voluto omaggiare uno dei maggiori compositori viventi offrendone un ritratto in quanto uomo ancor prima che in quanto artista.



22/10/2017

Wormwood di Errol Morris

È da qualche anni ormai che i grandi festival cinematografici più importanti hanno iniziato a dedicare spazio alla televisione, nel momento in cui questa può vantare certe ambizioni. Tralasciando il discorso generale sul fenomeno e il fatto che questa sorta di convergenza difficilmente fa bene al cinema, bisogna comunque dire che di risultati interessanti se ne sono visti, anche se con il contagocce.